Wolfsberg 1-1 Roma “Pastorizia”

con Nessun commento
Dopo la vittoria di Lecce, ecco La Roma B di Fonseca in Europa League. Ma è solo la brutta copia di una squadra di calcio.  Di chi dovrebbe avere tanta voglia di mettersi in mostra. Un segnale da chi ha giocato poco finora o da illustri calciatori con voglia di rivalsa.  Invece si è visto veramente troppo poco impegno e dedizione alla causa.
L’unica attenuante è lo sconvolgimento fatto da Fonseca, otto cambi, incluso il portiere, tra l’altro uno dei pochi positivi, sulla falsariga del finale della scorsa stagione. Purtroppo sull’eurogol dell’attaccante austriaco non poteva fare nulla.  E Zaniolo, l’unico a correre e dannarsi l’anima. Infine Fazio, che non ha sfigurato in difesa, anche con delle buone sortite in attacco.
Ma il resto della squadra è da bocciare sonoramente. Male Diawara, Cristante e co. Ma la croce su Pastore e Kalinic è inevitabile, per il diritto di cronaca. Inguardabili entrambi. Sorge il dubbio se Pastore sarebbe ancora in grado di giocare in questo calcio. Non ha il passo ne il fisico o l’agonismo. La tecnica da sola non può più funzionare.
Per quanto riguarda Kalinic, già tre occasioni d’oro che non sfrutta, ma non solo, un fantasma in campo. Da due anni non gioca.  Non era meglio prendere un altro più affidabile, uno tipo alla Llorente??  Per non parlare di Santon, che è ancora qui ma non si sa il perchè. È quindi è tutta qua la Roma B.  Semplicemente non all’altezza. Adesso non resta che aspettare la Roma A, domenica col Cagliari. La Serie A, appunto. Serve vedere altro spettacolo.

Lascia una risposta