Udinese 0-4 Roma “11 leoni”

con Nessun commento

Oltre tutto e tutti. È una Roma arrembante quella vista alla Dacia Arena, prestazione da applausi, nonostante abbia giocato in 10 per quasi 60 minuti, per via dell’espulsione di Fazio. Con Fonseca che non cambia assetto nonostante l’uomo in meno, sicuro della superiorità tecnica dei giocatori in campo.

Allora, il fallo di Fazio ci può anche stare, anche se non proprio evidente, ma lo scandalo, a parte il cartellino rosso, è l’arbitro che passeggia per il campo per una manciata di minuti con l’auricolare a parlare con l’addetto al Var. Di che cosa hanno parlato per cosi tanto tempo? C’era solo da dire si o no. Oppure, se l’episodio non era chiaro neanche al Var, perchè non è stato mandato a rivederlo?

C’è poca chiarezza sull’utilizzo di questo strumento, ormai a discrezione di chiunque, senza regole e parametri. Un disastro. Basterebbe che Rizzoli andasse a vedere una partita di Premier League, come tutto li sia alla luce del sole, con i replay del Var riprodotti addirittura sui tabelloni dello stadio. Quando si dice la trasparenza.

L’importante è che questa Roma ancora in emergenza sia adesso capace di produrre bel gioco ed occasioni da gol. Merito soprattutto di Fonseca, che ha saputo rilanciare Pastore, ancora grande protagonista, e per aver inventato Mancini “alla Busquets”, la sicurezza di Smalling, lo stantuffo Veretout, il funambulo Kluivert e la verve realizzativa di Zaniolo. Il tutto condito da un sontuoso Edin Dzeko, il leader di questa squadra, con Aleksander Kolarov.

Insomma, contenti per la grande vittoria con
l’Udinese e per il quarto posto solitario, ma sabato arriva subito il Napoli. Avversario decisamente duro. Ottimo test, da cartina tornasole. Ora vedremo quanto vale veramente questa Roma. Ma anche se non andasse benissimo, comunque sarà la prestazione a dare il metro di giudizio a lungo termine. E se andrà pure bene col risultato, allora saremo pronti pure ad alzare l’asticella. Forza ragazzi!

Lascia una risposta