Roma 1-1 Milan “Donna-Rumba”

con Nessun commento

Con tanto rammarico, ma il pareggio col Milan ce lo prendiamo, per vari motivi. La Roma ha creato si tante occasioni da goal, ma il Milan può recriminare per un rigore netto non dato, ed un cartellino rosso, anche questo non dato. Che c’erano entrambi. L’arbitro non ha fatto un buon lavoro, la Roma deve solo ringraziare. Il Milan invece deve ringraziare Donnarumma, che ha parato anche l’imparabile.  Bisogna dire che i rossoneri sono stati bravi a contenere gli sforzi della Roma, oltre a capitalizzare il solito errore difensivo dei giallorossi. Il goal di Piatek e’ stato di ottima fattura, ma gli errori di Fazio e Pellegrini lo hanno hanno decisamente aiutato.

Questo e’ un pari che ci prendiamo, anche per quello che era accaduto a Firenze. La disfatta delle disfatte. Le polemiche, le proteste dei tifosi, un ambiente sull’orlo di una crisi di nervi. Si temeva un contraccolpo, di quelli che non ti riprendi piu’. Invece, la squadra ha reagito disputando una buona partita. Di Francesco ha saputo rimescolare le carte e motivare i suoi stavolta.  Zaniolo è stato eccezionale come al solito, veloce in tutti i settori del campo e autore del pareggio, anche se poi ha frenato un po temendo un secondo cartellino giallo. 

Poi, la sfortuna. L’incredibile colpo di testa di Pellegrini sul palo ed altri episodi da rete, che pero’ Donnarumma ha ben respinto.  Prove positive anche da Schick da esterno e di Karsdorp sulla fascia basso a spingere. Kolarov molto meglio che a Firenze, nonostante i fischi, mentre Fazio e Florenzi ancora una volta non sono piaciuti. Dzeko, Manolas e Pellegrini devono dare di piu’. Il ritorno di Daniele De Rossi invece è stata la differenza principale. Semplicemente eccezionale, un vero maestro, in grado di guidare il centrocampo con il suo carisma e tenacia. La squadra ha piu’ fiducia quando c’e lui.  

Alla fine, poco è cambiato; La Roma è ancora un punto dietro al Milan per il quarto posto. Con la Lazio sempre li. Nel frattempo, l’Inter continua a perdere terreno, c’è la possibilità di recuperare.  La Roma col Chievo a Verona, l’Inter gioca con un Parma in forma, il Milan col Cagliari, la Lazio ad Empoli. Di Francesco deve mantenere la concentrazione alta. Sono partite decisive queste, aspettando il Porto. Sempre Forza Roma!

Lascia una risposta