Roma 1-0 Udinese “Corsa aperta”

con Nessun commento

Ultime notizie! Edin Dzeko è tornato sul taccuino dell’Olimpico. Mirante mantiene la rete inviolata per la seconda partita consecutiva. El Sharaawy è uomo partita, e non per la prima volta. La Roma si prende altre tre punti fondamentali e rimane in gara per il 4 ° posto. Claudio alla fine vede scorci di una squadra in netto miglioramento.

Detto questo, la controversa vittoria del Milan contro la Lazio mantiene i rossoneri con un punto in vantaggio. Con Atalanta e Lazio, adesso sorprendentemente c’e anche il Torino, a soli 4 punti di distanza! La corsa si mantiene aperta, e cosi’ sara’ fino alla fine. Speriamo non si arrivera’ a pari punti perche’ per gli scontri diretti la Roma e’ in svantaggio praticamente contro tutte.

Adesso arriva l’Inter, che si è quasi assicurata il 3 ° posto a meno che la Roma non riuscirà a conquistare i tre punti la settimana prossima allo stadio Giuseppe Meazza. Una partita molto difficile. L’Inter torna a vincere con Icardi, mentre Spalletti e Nainggolan avranno il dente avvvelenato. La Roma ha bisogno di fare un punto, almeno.

Infine, il futuro del club. Molto dipenderà dall’entrata o meno in Champions League, senza soldi sara’ dura mantenere i migliori il prossimo anno. I soliti sospetti tra cui Franco Baldini sono stati a Boston per incontrare Jim Pallotta per definire i piani futuri, peccato che Francesco Totti non faccia parte della spedizione. Come detto in precedenza, penso che Baldini dovrebbe essere alla fine emarginato, con Totti Direttore Tecnico, Ricky Massara direttore sportivo o qualcun altro, Ranieri nei quadri dirigenziali con De Rossi in panchina, magari affiancato proprio da Claudio all’inizio.

A Daniele piacerebbe giocare per un altro anno, ma temo che i suoi problemi al ginocchio non miglioreranno. Tutti abbiamo sentito le voci su Antonio Conte e Maurizio Sarri. Personalmente considero Conte un Top Manager, sicuramente l’uomo ideale per riportare la Roma al vertice dal punto di vista tecnico. Ma dubito che lui accetterà di gestire una squadra da ricostruire e senza risorse finanziarie. Eppoi, ha uno stipendio proibitivo, a meno che Pallotta faccia come De Laurentiis con Ancelotti, investire tutto sul top manager.

Poi pero’ c’e anche la parte sentimentale, che nel calcio e’ tutto. Ed io appartengo ad un calcio romantico, preferirei avere un romanista o comunque qualcuno senza vincoli, piuttosto che qualcuno con dichiarato sangue juventino nelle vene. Sicuri non troviamo qualcun’altro? Ma è solo un mio punto di vista. Forza Roma.

Lascia una risposta