Juve 1-0 Roma “Impotenti”

con Nessun commento

Stesso copione, stesso risultato.  Sconfitta di misura all’ Allianz Stadium.  Una partita noiosa. Una Juve a cui non e’ servito molto per sbarazzarsi di una Roma quasi improvvisata. Il colpo di testa di Mandzukic nel primo tempo è stato sufficiente. La Roma non ha mai dato l’impressione di poter impensierire i bianconeri. Troppi i giocatori fuori e molti i giovani dentro, a questa squadra mancava personalità ed esperienza per una partita come questa.

La Juve ha concesso poco ai giallorossi, giocando quasi in suplus una partita che sembrava più un allenamento. L’approccio della Roma poi ha fatto il resto, poco convinta nel primo tempo, troppo arroccati in difesa, troppo poco movimento la davanti.  La Juve sembrava rilassata e fiduciosa di poter arrivare al goal, prima o poi. E cosi’ e’ stato.

Nel secondo tempo la Roma ha finalmente cambiato atteggiamento, e’ venuta avanti, sfruttato il possesso palla giocando nella metà campo della Juve, ma alla fine non è riuscita quasi mai a pungere.  Troppa confusione tra i reparti e mai una verticalizzazione a sfondare il muro juventino. Cengiz e Schick hanno fatto molto poco, Kluivert lo stesso quando è entrato. Edin Dzeko è rientrato in campo negli ultimi 10 minuti dopo un mese a bordo campo. Non c’è molto da aggiungere, solo il consueto impegno di Zaniolo, la brutta serata di Santon e la riscossa di Olsen, otiime parate a salvare il risultato dopo gli errori col Genoa.

Nonostante la sconfitta la Roma è a soli 4 punti dal 4 ° posto, visto che anche le altre squadre continuano a perdere punti. Magra consolazione.  EDF è ancora l’allenatore della Roma, e lo sarà almeno fino all’ultima partita del nuovo anno, a meno che non si verifichi un disastro tra Sassuolo e Parma.  Putroppo la Roma ha tanti problemi, e’ una squadra malata, lui non e’ riuscito a  plasmare un gioco, dal 4-3-3 in poi, coi tanti cambi ed assetti in corsa ad inizio stagione.  E’ anche vero che non ha avuto fortuna e continuita’, tanti infortuni, ma anche i giocatori gliel’hanno impiccata diverse volte, Under col Real caso emblematico. Forse non lo seguono o non hanno capito i meccanismi. Oppure sono scarsi loro, oppure e’ scarso il tecnico.  Tante le varianti. Un cocktail fatale.

Ora la cartina tornasole. EDF ha bisogno di tutti i suoi giocatori, Dzeko, De Rossi, El Sharaawy, Perotti e Lo. Pellegrini.  E cosi’ vedremo il vero valore della squadra, giocatori e tecnico. E valuteremo pure chi li ha presi.  A quando Il giorno del giudizio per l’allenatore? Dipende. Deve per forza sistemare le cose in fretta. Il suo destino è legato con le squadre medio-piccole, le stesse con cui abbiamo perso tutti i punti nella prima parte della stagione. Ora Sassuolo, Parma, Torino, Atalanta.

EDF ha bisogno di fare almeno 10 punti. Se fallira’ anche queste allora bisogna’ cambiare per forza. Anche solo per dare una scossa. Ritengo Paulo Sousa e simili non adatti e non meglio di Eusebio.  Solo gente come Conte o Mourinho farebbe fare il salto di qualita’. Ma non ci illudiamo, questi non arriveranno mai, tecnici che pretendono grandi ingaggi e grandi campioni. La Roma non fa al caso loro, al momento.  

Poi bisogna dire che la dirigenza non preso posizione sul tecnico, non lo difende pubblicamente, che e’ tutto dire ma neanche lo licenzia, lasciando tutto in bilico, andiamo avanti per partita. Se Eusebio sopravvivera’ le prossime partite andra’ avanti lui ma chiaro che se non centra il 4 ° posto e passa il turno di Champions League sarà sicuramente “Arrivederci Eusebio”.

Nel frattempo, auguriamo un Buon Natale a tutti i nostri lettori, a tutti i lettori di Carlo Zampa (Popolo Giallorosso) e Massimo Ciccognani (Football Press) !  Alla prossima, Mercoledi 26 dicembre, Roma v Sassuolo. Forza Roma, sempre!

Lascia una risposta